Nei giorni scorsi ho acquistato i 3 plugin di Topaz Labs basati sull’IA, grazie anche ad una promo che mi ha fatto risparmiare 99$, e mi ha tolto la curiosità di poter utilizzare nuovi tool per le mie foto: Gigapixel AI, Sharpen AI e Denoise AI.
Inoltre, avendo acquistato la combo pack, ho avuto la possibilità di scaricare anche un ulteriore pacchetto, in beta, chiamato Topaz Photo AI, che grosso modo fa da collante tra i 3 plugin citati poco fa, anche se, essendo appunto in versione non definitiva, i risultati spesso sono inferiori rispetto all’utilizzo delle singole app. Ma sono certo che in futuro riuscirà ad eguagliarle, garantendo tempi minori di editing.

Ho voluto quindi fare dei test basandomi su vecchie foto (e per vecchie, intendo scatti fatti tra il 1998 e il 2000, quando avevo una Sony Mavica che usava i floppy come memoria, e comprimeva senza pietà foto da 640x480px…)

Sono partito con alcuni scatti fatti al Parco Natura Viva sul lago di Garda.

Left ImageRight Image
Left ImageRight Image
Left ImageRight Image

Sono partito da immagini da 640x480px, le ho portate al doppio di dimensione ed ho applicato i vari filtri, senza dilungarmi sui settaggi.

Partiamo dal presupposto che i miracoli non li fa nessuno, ma le routine di calcolo in IA dei plugin hanno migliorato i dettagli delle immagini, portandole anche ad una misura più grande, e permettendomi di fare delle stampe. Non escluso che impegnandomi di più avrei potuto ottenere un fattore di ingrandimento di 4x senza troppe perdite di dettaglio.

Inoltre i soggetti delle foto non sono proprio comuni, e penso che anche l’IA abbia i suoi limiti, nel senso che i modelli scaricati, nonostante fosse di alcuni GB, non saranno ottimizzati per gli animali.

Da qui l’idea di passare a delle foto che ritraggono persone, che probabilmente sono il target dell’utenza dei plugin di Topaz Labs.

E allora ecco un me di tanti anni fa, sempre ritratto dalla Mavica, sempre 640×480.

Left ImageRight Image
Left ImageRight Image

Decisamente meglio, sempre pensando alle foto di origine, che erano prive di dettagli in maniera vistosa. Quelli erano i tempi, quella la tecnologia, o forse ingenuamente il discorso di utilizzare i floppy a buon mercato, pareva meglio di acquistare compact flash dal costo esorbitante.

Un altro utilizzo interessante che ho trovato è nel restore di scansioni di vecchie foto. Ho trovato delle foto di famiglia in un armadio, e anche scansionandole a 600dpi, i dettagli dei volti erano molto bassi (pure sulle foto originali, visto che si parla di scatti del 1970 realizzati non di certo con reflex professionali). Ho provato con una foto di mio papà e questo è il risultato:

Left ImageRight Image

Il viso ha recuperato dettagli, anche se in realtà, io che lo conosco, potrei dire che gli occhi non sono proprio i suoi. E’ un qualcosa di lieve, che probabilmente chi non conosce la persona, nemmeno lo nota. Ma ci sta: l’IA utilizza dati presi da chissà quante campionature o calcoli e ricrea a partire dalle linee originali quello che pensa sia più simile.

Ma per ravvivare un ricordo, si tratta comunque di un bel passo avanti. E ribadisco di nuovo, il tutto in pochi secondi di elaborazione. Probabilmente con un lavoro di fino la differenza (o quel senso di stranezza) sarebbe minima. Ma dubito si possano tirare fuori dettagli anche da Photoshop senza ricorrere ad elementi esterni.

Che dire quindi?

Che i plugin di Topaz Labs sono sicuramente all’avanguardia, possono migliorare in pochi secondi la resa delle nostre foto (messa a fuoco, denoise, zoom) anche se bisogna stare attenti alle impostazioni. Esagerare con i valori degli slider rovinerà il risultato. Non sono di sicuro plugin dove mettere al 100% qualsiasi opzione. Come alla fine per tutti i plugin in circolazione.

Penso siano soldi ben investiti. Farò ancora delle prove e le condividerò con voi, magari con scatti realizzati tramite reflex.

Se volete provare questi plugin, o acquistarli, cliccate qui

Ricordo che al momento c’è una promo: acquistando tutti e tre i plugin si ottiene un risparmio di 99$ (sul sito in realtà pare scaduto il 12 agosto, ma oggi è ancora valido e penso che forse fino a dopo ferragosto resterà attivo… forse è meglio provarlo subito e se piace, ottenere il bundle a prezzo ridotto finchè c’è la possibilità)

Se avete già il plugin, invece, cosa ne pensate? Fatemelo sapere!

Written By

RenderWarrior

Programmatore, musicista, videomaker, videogamer, eterno sognatore, e divoratore di fumetti e film in CGI.