Apple ha rilasciato da alcuni giorni MacOs Monterey, l’ultima release del sistema oeprativo per i Mac: vale la pena aggiornare subito il proprio computer?

Solitamente ti avrei detto di sì, ma mentre scrivo, continuo ad utilizzare MacOs Big Sur.

Sebbene MacOs Monterey porti diverse novità (alcune delle quali però disponibili solamente per le piattaforme con chip M1/M1 Pro e M1 Max), prima di lanciarsi nell’update, credo sia meglio attendere il prossimo aggiornamento.

E lo dico prendendo in prestito l’eredità di MacOs Big Sur.

  1. Molti plugin non sono ancora pronti per Big Sur, o se lo sono, funzionano solo su piattaforma Intel. Molto lavoro per fortuna è stato fatto, ma, specialmente in ambito “Professional”, alcuni applicativi o plugin ancora oggi non sono aggornati: ad esempio alcuni plugin di motionVFX e di iZotope non sono ancora certificati, o il supporto di periferiche di acquisizione (leggi qui per un’idea) rischia di venire meno.
  2. Molti produttori di software, speci in ambito musicale e di videomaking, sconsigliano l’update per il rischio di mancata compatibilità (e qui di nuovo mi chiedo a che servano le beta se tanto non sviluppano nulla fino al rilascio finale…)
  3. Circolano voci, proprio di queste ore, che numerosi utenti Mac basati su piattaforma Intel di qualche anno fa, siano rimasti “brickati” durante l’aggiornamento, rimanendo di fatto senza computer. Pare che il problema sia più contenuto rispetto a quanto avvenuto con MacOs Big Sur, ma dopo aver letto di Macbook Pro, Mac Mini, iMac e MacBookAir inutilizzabili, senza possibilità di riavviarli, non ho il coraggio di rischiare. Dopotutto uso il Mac per lavoro… e il centro di assistenza più vicino è a 25 Km…. non parliamo dell’Apple Store che mi porterebbe verso Milano… Varese non è all’altezza per ora.
    UPDATE!
    Apple ha rilasciato un fix al problema dei Mac brickati. Il problema era nel firmware del chip T2, che ora viene invluso in ogni update del sistema. Parrebbe quindi sicuro procedere all’aggiornamento.
    Per quanto mi riguarda, resterò su Big Sur per via del software musicale e per il supporto dell’hardware di acquisizione video. Ma se non avete particolari pretese, una chance a Monterey la si può dare.
  4. Relativamente al punto precedente, parrebbe che i Mac basati su M1 non abbiano problemi ad aggiornarsi.
  5. Visti i precedenti di Apple, (ma anche Microsoft non scherza) ho deciso di non aggiornare più al day 1 ma di attendere almeno la prima tranche di correzioni. In questo modo dovrei evitare sorprese.

Per le novità di Mac Os Monterey, rimando alla pagina ufficiale: https://www.apple.com/it/macos/monterey/features/

Il consiglio quindi, tirando le somme, è di non aggiornare subito, a meno di possedere un Mac con processore M1 o un Mac con chip Intel, con software compatibile con il nuovo MacOs Monterey.

Written By

RenderWarrior

Programmatore, musicista, videomaker, videogamer, eterno sognatore, e divoratore di fumetti e film in CGI.